“Naviganti. A journey into Sanlorenzo's shipyard”

“Naviganti. A journey into Sanlorenzo's shipyard”

Sale De Maria, Casa dei Tre Oci

31 august – 02 november 2019

 

Sanlorenzo, one of the world's leading producers of yachts and superyachts, in conjunction with Biennale Arte 2019, is proud to present the “Naviganti exhibition. A journey into Sanlorenzo's shipyards" on display from 31 August to 02 November in Venice at “Sale De Maria” in the Casa dei Tre Oci, a privileged campus for the formulation and cultural comparison of contemporary languages, with particular attention on photography.

Conceived as a true first hand look at what's involved in the production process at our shipyards, the exhibition, with an ad hoc set-up curated by Piero Lissoni, Art Director of Sanlorenzo, is to feature more than 30 black and white images by photographer Silvano Pupella, who uses his lens to give us a visual tale of the harmony between craftsmanship and technology that has over the last 60 years made Sanlorenzo a veritable nautical excellence.

The evocative photographic portfolio which was put together within the La Spezia shipyard, reveals how each Sanlorenzo superyacht is the result of a complex, transversal and innovative project: each boat over 40 meters long, comes to life from the hull, forged in metal like some work of art,  and on through the work of skilled local artisans who take the greatest of care with every little detail, making each pieace unique and special, thereby assuring the desired reaction from the owner every time.

The photos of Silvano Pupella thus recount the work of these highly skilled artisans whose masterful craftsmanship makes these sophisticated elegant yachts what they are, as if they were being crafted in a Renaissance workshop.

His decisive black and white, introducing us at the initial production stages of the steel superyachts, is able to excite enhancing the hidden charm and the intrinsic beauty of the unfinished products.

The spatial expansions which Sanlorenzo succeeded in adding to his projetcs, as these images state most clearly, amaze and even overturn the perception of the limit that one always has on board these self-propelled jewels. Images that, documenting the various preparatory stages of the metal hulls, can perfectly relate the atmosphere of this place full not only of technology but also of precious and irreplaceable practicality.

This project, which was created by Mr. Massimo Perotti, Chairman of the company, once again shows Sanlorenzo's ability to embrace new and creative languages to talk about itself and offer new perspectives regarding the world of boating and Made in Italy.

This decision, this philosophy, has linked the company to the world of art and design over the years, with  direct participation in some of the most important events in these areas. With this new project, on the occasion of the Biennale Arte 2019 - the most internationally recognised and prestigious review of contemporary art in the world - Sanlorenzo is once again confirmed as being a key player in top events related to the world of art.

From 2019, indeed, Sanlorenzo is part of the Tre Oci Club, a network of companies that share a passion for photography and support Casa dei Tre Oci in a path of cultural and artistic growth through its history and identity.

Among the past collaborations with Galleries and cultural institutions we can include: La Triennale di Milano, during the FuoriSalone del Mobile 2017 and 2018, with the displays "Sanlorenzo: Il mare a Milano" and "Il mare a Milano: Yachtville" and together with Tornabuoni Art gallery, he organised exhibitions on board his own yachts dedicated to the Italian Monocromo and Alighiero Boetti during the Art Basel Miami Beach event in 2016 and the 57th Art Biennale event in Venice.

In this coherent and transversal path, Sanlorenzo also signed a global partnership agreement, in 2018, with Art Basel the world’s leading art fair for modern and contemporary art, for the annual appointments in Hong Kong in March, Basel in June and Miami Beach in December.

Thanks to: Alpi Artemide Bellotti

 

Download the flyer here

“Naviganti. Un viaggio dentro i cantieri navali Sanlorenzo”

“Naviganti. Un viaggio dentro i cantieri navali Sanlorenzo”

Sale De Maria, Casa dei Tre Oci

31 agosto – 02 novembre 2019

 

Sanlorenzo, tra i principali produttori al mondo di yacht e superyacht, presenta, in concomitanza con la Biennale Arte 2019, la mostra “Naviganti. Un viaggio dentro i cantieri navali Sanlorenzo” in esposizione dal 31 agosto al 02 novembre a Venezia presso le Sale De Maria della Casa dei Tre Oci, campus privilegiato di elaborazione e confronto culturale sui linguaggi del contemporaneo, con particolare attenzione a quello fotografico.

Pensata come una vera e propria immersione all’interno della realtà produttiva dei cantieri, la mostra presenta, nell’allestimento ad hoc curato da Piero Lissoni, Art Director di Sanlorenzo, oltre 30 scatti in bianco e nero del fotografo Silvano Pupella, il quale ci restituisce, attraverso il suo obiettivo, il racconto di quel perfetto connubio tra artigianalità e tecnologia che ha reso Sanlorenzo in oltre 60 anni di storia, una vera e propria eccellenza della nautica.

Un suggestivo reportage fotografico, realizzato all’interno del cantiere di La Spezia, che ci svela come ogni esemplare di superyacht Sanlorenzo sia l’esito di un progetto complesso, trasversale e innovativo: ogni barca, oltre i 40 metri di lunghezza, prende vita a partire dallo scafo forgiato dal metallo come un’opera d’arte, attraverso il lavoro di abili maestranze locali che curano ogni più piccolo dettaglio rendendo unica ogni creazione e personalizzandola per ottenere ogni volta l’effetto desiderato dall’armatore.

Le foto di Silvano Pupella raccontano così il lavoro degli abilissimi artigiani che, come fossero dentro una bottega rinascimentale, plasmano questi sofisticati manufatti che non potrebbero essere tali senza la loro magistrale manualità.

Il suo sofisticato bianco e nero, introducendoci nelle fasi iniziali della lavorazione dei superyacht in metallo, è capace di emozionare valorizzando il fascino nascosto e la bellezza intrinseca del prodotto non ancora finito.

Le dilatazioni spaziali, che Sanlorenzo è riuscita ad introdurre in questo immaginario, come ben documentano le immagini, stupiscono e ribaltano la percezione di limite che sempre si ha a bordo di questi gioielli semoventi.  Immagini che, documentando le varie fasi di approntamento degli scafi di metallo, sanno rendere perfettamente l’atmosfera di questo luogo denso di tecnologia ma anche di preziosa e insostituibile manualità.

Il progetto nato dalla volontà del Cavalier Massimo Perotti, Chairman dell’azienda, mostra così ancora una volta la capacità di Sanlorenzo di aprirsi a nuovi linguaggi creativi per raccontarsi e offrire prospettive inedite sul mondo della nautica e del Made in Italy.

Una scelta che l’ha portata a legarsi sempre più, nel corso degli anni, al mondo dell’arte e del design con una partecipazione diretta ad alcune delle più importanti manifestazioni di riferimento di questi ambiti. Con questo nuovo progetto, in occasione della Biennale Arte 2019 - la più internazionale e prestigiosa rassegna d’arte contemporanea al mondo - Sanlorenzo si conferma infatti ancora una volta protagonista nei principali appuntamenti legati al mondo dell’arte.

Dal 2019, infatti, Sanlorenzo è entrata a far parte del Tre Oci Club, una rete di aziende che condividono la passione per la fotografia e sostengono la Casa dei Tre Oci in un percorso di crescita culturale e artistica attraverso la propria storia e identità.

Tra le passate collaborazioni con Gallerie e istituzioni culturali quella con La Triennale di Milano, durante il FuoriSalone del Mobile 2017 e 2018, con le installazioni “Sanlorenzo: Il mare a Milano” e “Il mare a Milano: Yachtville” e con la galleria Tornabuoni Arte con cui ha organizzato, in occasione di Art Basel Miami Beach nel 2016 e della 57° Biennale D’Arte a Venezia delle esposizioni a bordo di propri yacht dedicate al Monocromo Italiano e ad Alighiero Boetti. 

In questo percorso coerente e trasversale, Sanlorenzo ha inoltre firmato nel 2018 un accordo di global partnership con Art Basel, la fiera d’arte moderna e contemporanea più significativa sulla scena internazionale, per gli appuntamenti annuali di Hong Kong a marzo, Basilea nel mese di giugno e Miami Beach a dicembre.

Thanks to: Alpi Artemide Bellotti

 

Scarica il volantino qui

#VeneziaAllOpera. A look at the hidden Venetian arts

 

#VeneziaAllOpera. A look at the hidden Venetian arts

De Maria rooms, Casa dei Tre Oci

12 - 24 November 2019 - ATTENTION! Extended until 1 December 2019

 

The oldest eyewear brand in Italy highlights the excellence of the Venetian craftsmanship tradition and Made in Italy. A story through the faces of the protagonists, immortalized in a suggestive interactive photographic exhibition that, after Milan, finally arrives in Venice with an exhibition at the Casa dei Tre Oci, the famous exhibition space dedicated to photography, on the Giudecca island.

 

The De Maria rooms of the Casa dei Tre Oci host the Venetian stage of the photographic exhibition #VeneziaAllOpera, a project wanted and created by Lozza, a historic eyewear brand that has always had a deep bond with the city.

House brand of the De Rigo Group, world leader in the eyewear sector, Lozza has made craftsmanship and tailoring applied to eyewear the cornerstones of its success. A care and attention to detail that give its collections a unique value: timeless elegance glasses, made in a workmanlike manner.

 

It is not surprising, therefore, that Lozza strongly wanted a project dedicated to the Arts and Crafts which have always contributed to distinguishing the city of Venice and its history. A classic initiative in content but innovative in concept. To give face and honor the great professionalism of the Serenissima, Lozza has chosen to rely on the gaze of two young talents: Giovanni Genzini and Alberto Papagni. To lead the creative Lab, Denis Curti, curator of the Exhibition and Artistic Director of the Casa dei Tre Oci.

42 author shots showing 14 Venetian artists and craftsmen at work, each wearing Lozza glasses that interpret their personality and style.

After an initial inauguration at the new Spazio Still in Milan last September, the portrait gallery has arrived in Venice, where it will remain until December 1 at the Casa dei Tre Oci, the exhibition space dedicated to photography, which Lozza supports in the context of its activities in support of Art and Culture.

 

We thank Sanlorenzo Yacht for the setting up and Nardini Distillery 1779 for the inauguration toast.

#VeneziaAllOpera. Uno sguardo sulle arti veneziane nascoste

#VeneziaAllOpera. Uno sguardo sulle arti veneziane nascoste

Sale De Maria, Casa dei Tre Oci

12 - 24 novembre 2019 - ATTENZIONE! Prolungata fino al 1 dicembre 2019

 

Il brand di occhiali più antico d’Italia mette in luce le eccellenze della tradizione artigianale veneziana e del Made in Italy. Un racconto attraverso il volto dei protagonisti, immortalati in una suggestiva mostra fotografica interattiva che, dopo Milano, arriva finalmente a Venezia con un’esposizione alla Casa dei Tre Oci, il celebre spazio espositivo dedicato alla fotografia, sull’isola della Giudecca.

 

Le Sale De Maria della Casa dei Tre Oci ospitano la tappa veneziana della mostra fotografica #VeneziaAllOpera, un progetto voluto e realizzato da Lozza, storico marchio di occhiali che vanta da sempre un profondo legame con la città.

House brand del Gruppo De Rigo, leader mondiale nel settore dell’occhialeria, Lozza ha fatto dell’artigianalità e della sartorialità applicata all’occhiale i cardini del suo successo. Una cura e un’attenzione ai dettagli che conferiscono alle sue collezioni un valore unico: occhiali dall’eleganza senza tempo, realizzati a regola d’arte.

  

Non sorprende, dunque, che Lozza abbia fortemente voluto un progetto dedicato alle Arti e ai Mestieri che da sempre contribuiscono a dare distinzione alla città di Venezia e alla sua storia. Un‘iniziativa classica nei contenuti ma innovativa nel concept. Per dare volto e onorare le grandi professionalità della Serenissima, Lozza ha scelto di affidarsi allo sguardo di due giovani talenti: Giovanni Genzini e Alberto Papagni. A guidare il Lab creativo, Denis Curti, curatore della Mostra e Direttore Artistico della Casa dei Tre Oci.

42 scatti d’autore che mostrano 14 artisti e artigiani veneziani al lavoro, ciascuno con indosso un occhiale Lozza che ne interpreta la personalità e lo stile.

Dopo una prima inaugurazione presso il nuovo Spazio Still di Milano lo scorso settembre, la galleria di ritratti è giunta a Venezia, dove rimarrà fino al 1 dicembre presso la Casa dei Tre Oci, lo spazio espositivo dedicato alla fotografia, che Lozza supporta nell’ambito delle sue attività a sostegno di Arte e Cultura.

 

Si ringraziano Sanlorenzo Yacht per l’allestimento e Distilleria Nardini 1779 per il brindisi dell’inaugurazione.

 

Si ringraziano Sanlorenzo Yacht per l’allestimento e Distilleria Nardini 1779 per il brindisi dell’inaugurazione.

Scarica il volantino qui

Scarica il comunicato stampa qui

FERDINANDO SCIANNA. journey story memory

 

FERDINANDO SCIANNA
JOURNEY STORY MEMORY
VENICE/TRE OCI
31.08.2019 > 16.02.2020

 

From 31 August 2019 to 16 February 2020, the Casa dei Tre Oci in Venice will be hosting an anthological show by Ferdinando Scianna(Bagheria, Sicily, 1943), one of the reference figures of contemporary international photography.

 

The show, curated by Denis Curti, Paola Bergna, and Alberto Bianda, art director, organised by Civita Mostre e Museiand Civita Tre Venezie, and promoted by Fondazione di Venezia, covers more than fifty years of this Sicilian photographer’s career, through 180 works in black and white, divided into three wide-ranging themes: Journey, Story, Memory.

On this occasion there will be exhibited a series of fashion photos that Scianna made in Venice, a testimony to his strong link to the city

Ferdinando Scianna began to be enthusiastic about photography in the 1960s when he began to recount through images the culture and traditions of his native Sicily. During his long career in art he has touched on many themes – current events, war, travel, popular religion – all united by a single leitmotif: the constant search for a form in the chaos of life. In more than fifty years of narration there has not been, of course, any lack of propositions: from Bagheria to the Bolivian Andes and to religious festivals – at the beginning of his career - to his experiences of the fashion world, begun with Dolce & Gabbana and the iconic model Marpessa. Then there was reportage (from 1982 the first Italian to be part of the Magnum photojournalism agency), landscape, and such thematic obsessions as mirrors, animals, things and, finally, portraits of his friends, such masters of the art and culture world as Leonardo Sciascia, Henri Cartier-Bresson, and Jorge Louis Borges, to mention just a few.

The show will be supplied with a catalogue published by Marsilio Editori.

 

FERDINANDO SCIANNA. VIAGGIO RACCONTO MEMORIA

 

FERDINANDO SCIANNA
VIAGGIO RACCONTO MEMORIA
VENEZIA/TRE OCI
31.08.2019 > 16.02.2020

 

Dal 31 agosto 2019 al 16 febbraio 2020, la Casa dei Tre Oci di Venezia ospita l’antologica di Ferdinando Scianna (Bagheria, PA, 1943), una delle figure di riferimento della fotografia contemporanea internazionale.

La mostra, curata da Denis Curti, Paola Bergna e Alberto Bianda, art director, organizzata da Civita Mostre e Museie Civita Tre Venezie e promossa da Fondazione di Venezia, ripercorre oltre 50 anni di carriera del fotografo siciliano, attraverso 180 opere in bianco e nero, divise in tre grandi temi – Viaggio, Racconto, Memoria.

Per l’occasione, verrà esposta una serie d’immagini di moda che Scianna ha realizzato a Venezia come testimonianza del suo forte legame con la città lagunare.

Ferdinando Scianna ha iniziato ad appassionarsi alla fotografia negli anni sessanta, raccontando per immagini la cultura e le tradizioni della sua regione d’origine, la Sicilia. Il suo lungo percorso artistico si snoda attraverso varie tematiche – l’attualità, la guerra, il viaggio, la religiosità popolare - tutte legate da un unico filo conduttore: la costante ricerca di una forma nel caos della vita. In oltre 50 anni di narrazioni, non mancano di certo le suggestioni: da Bagheria alle Ande boliviane, dalle feste religiose - esordio della sua carriera - all’esperienza nel mondo della moda, iniziata con Dolce & Gabbana e con la sua modella icona Marpessa. Poi i reportage (è il primo italiano a far parte, dal 1982, dell’agenzia fotogiornalistica Magnum), i paesaggi, le sue ossessioni tematiche come gli specchi, gli animali, le cose e infine i ritratti dei suoi amici, maestri del mondo dell’arte e della cultura come Leonardo Sciascia, Henri Cartier-Bresson, Jorge Louis Borges, solo per citarne alcuni.

Accompagna la mostra un catalogo Marsilio Editori.

 

LETIZIA BATTAGLIA. Fotografia come scelta di vita

 
 
LETIZIA BATTAGLIA
FOTOGRAFIA COME SCELTA DI VITA
VENEZIA/TRE OCI
20.03>18.08.2019
 
 

Dal 20 marzo al 18 agosto 2019, la Casa dei Tre Oci di Venezia ospita una grande antologica di Letizia Battaglia (Palermo, 1935), una delle protagoniste più significative della fotografia italiana, che ne ripercorre l’intera carriera.

La mostra, curata da Francesca Alfano Miglietti, organizzata da Civita Tre Venezie, promossa da Fondazione di Venezia con la partecipazione di Tendercapital, presenta 300 fotografie, molte delle quali inedite, che rivelano il contesto sociale e politico nel quale sono state scattate. La scelta delle fotografie è stata svolta in collaborazione con l’archivio di Letizia Battaglia.

Il percorso espositivo, ordinato tematicamente, si focalizza su quegli argomenti che hanno costruito la cifra espressiva più caratteristica di Letizia Battaglia, che l’ha portata a fare una profonda e continua critica sociale, evitando i luoghi comuni e mettendo in discussione i presupposti visivi della cultura contemporanea.

I ritratti di donne, di uomini o di animali, o di bimbi, sono solo alcuni capitoli che compongono la rassegna; a questi si aggiungono quelli sulle città come Palermo, e quindi sulla politica, sulla vita, sulla morte, sull'amore e due filmati che approfondiscono la sua vicenda umana e artistica.

Quello che ne risulta è il vero ritratto di Letizia Battaglia, una intellettuale controcorrente, ma anche una fotografa poetica e politica, una donna che si è interessata di ciò che la circondava e di quello che, lontano da lei, la incuriosiva.

 

 

 

LETIZIA BATTAGLIA
FOTOGRAFIA COME SCELTA DI VITA
a cura di Francesca Alfano Miglietti

Ricerca e collaborazione alla selezione dall'Archivio Letizia Battaglia
Maria Chiara Di Trapani

ha partecipato
Marta Sollima

Mostra supportata da Tendercapital
Prodotta e organizzata da Casa dei Tre Oci
Catalogo Marsilio Editori

LETIZIA BATTAGLIA. Photography as a life choice

 

 
LETIZIA BATTAGLIA
PHOTOGRAPHY AS A LIFE CHOICE
VENEZIA/TRE OCI
20.03>18.08.2019
 

From 20 March to 18 August 2019, the Casa dei Tre Oci in Venice will be hosting a large-scale anthological show of the work by Letizia Battaglia (Palermo 1935), one of the most significant protagonists of Italian photography, and it will range over her whole career.

The show, curated by Francesca Alfano Miglietti, organised by Civita Tre Venezie, promoted by the Fondazione di Venezia, and with the participation of Tendercapital, presents 300 photographs, many of which have never been exhibited before, and which reveal the social and political context in which they were shot. The selection of photos was made together with the Letizia Battaglia archive.

The exhibition itinerary will focus on those arguments that have been at the heart of the most characteristic expressive aspects of Letizia Battaglia and that have led her to make a deep and continuous social criticism while avoiding clichés and questioning the visual premises of contemporary culture. The portraits of women, men, animals, and children are only some of the chapters that make up the show; added to these are photos of cities such as Palermo, and then those devoted to politics, life, death, love, as well as two films that inquire into her human and artistic activities.

The result is a genuine portrait of Letizia Battaglia, a nonconformist intellectual but also a poetic and political photographer, a woman who interests herself in what surrounds her and in what, distant from her, arouses her interest.

 

LETIZIA BATTAGLIA
PHOTOGRAPHY AS A LIFE CHOICE
curated by Francesca Alfano Miglietti

Research and collaboration in selecting from the Letizia Battaglia Archive
Maria Chiara Di Trapani
With the partecipation of
Marta Sollima

Exhibition supported by Tendercapital
Produced and organized by Casa dei Tre Oci

Catalogue Marsilio Editori

Where to find us

Venice, Island of San Giorgio Maggiore
Vaporetto San Giorgio stop, line 2

Opening hours

Open every day from 11am to 7pm.
Closed on Wednesdays

Informations

phone.:+39 041 2412330
email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

A joint initiative
Partner
Technical partners
Fashion partner
Official radio
Un'iniziativa congiunta di
Partner
Partner tecnici
Fashion partner
Radio ufficiale
Media partner
Official Green Carrier
Media partner
Official Green Carrier